Batterie LiPo, queste sconosciute

Home Recensioni Batterie LiPo, queste sconosciute

Batterie LiPo.. o accumulatore litio-polimero.

Si insomma.. le batterie che usiamo sui nostri droni, chiaro no?

Quanti di voi sanno come funzionano e come trattarle per ottenere i migliori risultati?

Cominciamo subito: ecco alcune LiPo:

Ce ne sono di vari tipi  dimensioni, ma non mi soffermerò tanto su questo, quanto sulle informazioni che reputo più importanti, sia che le vostre batterie siano classiche o “intelligenti”.

Le LiPo sono formate da fogli flessibili (laminato polimerico) e contengono un solvente organico (infiammabile). Erogano molti più mAh delle batterie al Li-ion in rapporto alla loro dimensione. A seconda del drone avremo batterie da 500mAh fino a oltre 20000mAh, con più o meno celle.

Ogni Lipo è formata da “celle”, e ogni cella ha un valore misurato in Volt che è compreso tra 3,7v e 4,2v.

Quindi, facendo un breve calcolo, la batteria di un Phantom 2 (5200mAh) che ha 3 celle avrà un valore compreso tra 11,1v e 12,6v.

Ci sono poi le batterie del Phantom 3 (a 4 celle) che sono LiHV che hanno un valore massimo di 17,4v (4,35 max per cella).

Non scaricate MAI completamente le vostre LiPo.

Quelle per i droni DJI hanno un limite impostabile da app. Per le LiPo classiche, abbiamo un LiPo tester che ci permette di impostare un suono al raggiungimento del valore scelto (3,7v) della singola cella.

Come possiamo mantenerle nel tempo?

Esiste una modalità di “storage” che ci permette di non rovinare le batterie anche se rimangono ferme per lunghi periodi.

Le batterie “intelligenti” di ultima generazione vanno automaticamente in storage dopo alcuni giorni di non utilizzo, quelle normali dovremo scaricarle noi fino a circa il 50%, o tramite carica/scaricabatterie predisposto per lo storage.

Non lasciate mai le batterie in carica da sole, cercate sempre di monitorarle, si è sentito più di un caso di appartamenti bruciati per colpa di LiPo che hanno preso fuoco.

Se vedete che hanno cambiato forma e che si sono gonfiate, sostituitele.

Un ultima raccomandazione per chi viaggia: se dovete imbarcare drone e LiPo sull’aereo, ricordatevi che le batterie vanno assolutamente portate come bagaglio a mano e non in stiva!

In caso di incendio a bordo, il personale dell’aereo ha una cassa ignifuga dove poter mettere l’apparecchiatura elettronica che inizia a bruciare. Se ciò succedesse in stiva senza nessun controllo si potrebbe rischiare anche un disastro aereo.

Quindi state in occhio e non sottovalutate le vostre LiPo.

Detto questo vi auguro come sempre Buon Volo e per qualsiasi domanda o dubbio, contattatemi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *